Lunedì, 19 Agosto 2013 08:21

Malattia del prato: Antracnosi

Scritto da  Ema Garden
Vota questo articolo
(0 Voti)

Scopriamo i danni che provoca l'antracnosi.

Nella gestione dei tappeti erbosi, la Poa annua è sempre stata classificata come una specie annuale poco resistente, che muore durante la calura estiva e riappare durante la stagione fresca ed umida. I meriti della Poa annua sono tuttora discutibili, ma gran parte della sua debolezza appare ad oggi attribuibile all'antracnosi. Benché l'antracnosi infetti anche altre specie, essarisulta particolarmente dannosa nei tappeti erbosi di Poa annua sottoposta a tagli bassi, in tutti i campi da golf dell'area settentrionale. L'antracnosi non è una malattia tremenda ed improvvisa, e generalmente è considerata una patologia di importanza secondaria. Durante gran parte della stagione di crescita, questa malattia può causare un prolungato scolorimento  del tappeto erboso senza provocare apparentemente danni. Quando l'aria diventa satura d'umidità e la temperatura raggiunge i 26°C, questa malattia diventa distruttiva. I danni sono più gravi laddove il suolo è compattato, il drenaggio è scarso, il traffico è il livello di fertilità molto basso. La decolorazione del tappeto erboso associata all'antracnosi è spesso erroneamente diagnosticato come un appassimento.

Sintomi

Il tappeto erboso che è sofferente a causa di stress è altamente suscettibile all'antracnosi. Lo stress può essere il risultato di una bassa fertilità, carenza di umidità, elevato calpestio originato da macchine o da persone, o da qualunque condizione che impedisca una normale crescita. L'infezione e la decolorazione può verificarsi nella stagione fresca, ma i danni più gravi si verificano con elevata temperatura ed elevata umidità. La decolorazione appare inizialmente con macchie di diametro compreso tra 10 cm e 3.5 m di diametro. Come le condizioni diventano più favorevoli alla malattia il tappeto erboso diventa prima giallo e poi color bronzo. Lesioni allungate di colore marrone-rossiccio possono essere osservate sulle lamine fogliari, e spesso possono allargarsi fino a ricoprirle intensamente. Il tappeto erboso muore imbrunito. Una chiave caratteristica per il riconoscimento dell'antracnosi è rintracciabile quando la malattia raggiunge lo stadio avanzato. Compaiono dei piccoli corpi fruttiferi di colore nero chiamati acervuli che crescono all'esterno della superficie delle lamine fogliari. Il tappeto erboso infettato da antracnosi non viene completamente distrutto. Rimane sufficiente vita nelle radici nelle corone per permettere alla pianta di ricrescere.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

In questa sezione trovi...

L'esperto risponde

Invia le tue domande o curiosità al nostro team.
Pubblicheremo la risposta sul blog!

Cerca nel blog

Ema Garden (2)

Ricevi notizie green! (2)

Sottoscrivi la newsletter Ema Garden!
Privacy e Termini di Utilizzo