Font Size

Cpanel
Lunedì, 13 Maggio 2013 14:43

Malattia del Prato: Filo Rosso

Rate this item
(0 Voti)

Una malattia primaverile e di inizio estate è il filo rosso. Scopriamo i danni che può creare.

Il filo rosso è una malattia della stagione fresca e umida, e si presenta principalmente in autunno ed in primavera. Sono particolarmente suscettibili i tappeti erbosi situati lungo le regioni costiere e sottoposti a lunghi periodi di nebbia e pioggerelle persistenti. Quasi tutte le specie delle zone temperate possono essere infettate, dimostrandosi particolarmente nociva. Questa malattia è associata ai periodi di lenta crescita del tappeto erboso. Molto spesso le superfici infettate sono state concimate in modo errato e la mancanza di un clima caldo e favorevole alla crescita complica il problema. Nei campi da golf, questa malattia attacca inizialmente la parte non concimate, e lo stesso succede nei giardini privati a bassa manutenzione. Benché la malattia non interessi le corone e le radici delle piante, l'infezione delle lamine e delle guaine fogliari può creare gravi danni al tappeto erboso. Le aree malate sono approssimativamente circolari, ma frequentemente la forma non è definita.

Sintoni

Il filo rosso può diventare attivo con diverse temperature, ma raggiunge il picco dell'attività quando si verificano temperature comprese tra 15 e 24°C. Il tappeto erboso appare avvizzito e scolorito, e le aree interessate possono raggiungere dimensioni comprese tra 5 cm ed 1-1.5 m di diametro. Le aree infette sono circolari ma non nettamente definite, inoltre presentano molte piante vitali e in crescita. Quando l'umidità è abbondante, il patogeno forma sulle lamine e sulle guaine fogliari delle piccole masse gelatinose, di colore variabile tra il rosa ed il rosso. Queste masse chiamate stroma sono associate insieme ad un micelio rosa simile ad una ragnatela. Al progredire della malattia, tutta la foglia appare fradicia di acqua e senza vita. Questi tessuti possono collassare ed avvizzire assumendo una colorazione leggermente imbrunita. In aggiunta alla presenza della massa gelatinosa, molte delle lamine fogliari terminano con sottili fili rossi di micelio. L'infezione è più visibile quando raggiunge l'apice. Quando la malattia è al termine, il fungo rossiccio smette di crescere, dissecca e diventa friabile. Durante le fasi attive, il filo rosso può essere trasportato ai nuovi siti d'infezione delle macchine falciatrici e/o da altri attrezzi. Le strutture infettive del fungo possono anche essere trasportate dal vento.

Ciclo Vitale

La malattia è favorita da prolungati periodi freschi, con stagione umida e temperature inferiori a 23-24 °C, quando la crescita è molto lenta. Il filo rosso cessa l'attività all'aumentare della temperatura, o quando le condizioni diventano più favorevoli alla crescita del tappeto erboso.

 

Lascia un commento

© E.M.A. Garden di Marinucci Nicola, Via Moscato 2 - 86042 Campomarino (CB)
Mobile +39 338 7651333 +39 346 5819174 - Tel. e Fax +39 0875 538644
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   -  P.IVA 01438490706

Powered by ARKdeko'Mappa del sito