Font Size

Cpanel
Giovedì, 10 Gennaio 2013 10:49

Malattia del prato: Marciume rosa invernale

Rate this item
(1 Vota)

Il marciume rosa invernale è una malattia del prato, che si può manifestare nei periodi autunnali, invernali ed inizio primavera. E' una malattia che provoca seri danni al tappeto erboso, conosciamo meglio questa malattia.

 I marciumi rosa invernali sono conosciuti proprio per la loro abilità nel provocare danni al tappeto erboso durante i periodi freschi e umidi. Infatti spesso con lo scioglimento della neve si rivelano spesso larghe aree danneggiate dal marciume rosa, questo patogeno può diventare infettivo in quasi tutte le stagioni. C'è solo un periodo in cui questa malattia è prevedibilmente inattiva, durante il periodo più caldo dell'estate. E' una malattia che colpisce tutte le specie microterme, e si sviluppa maggiormente nelle zone temperate. Come la neve incomincia a sciogliersi sopra al tappeto erboso, si viene a creare un ambiente ideale per il patogeno e così l'infezione comincia e può raggiungere proporzioni epidermiche prima che l'erba sia diventata visibile.

Nei prati di casa e nei percorsi da golf, è molto probabile che si sviluppi in presenza di zone depresse, coperte od ombreggiate dove l'umidità è abbondante e la neve si scioglie lentamente. Questa malattia è molto dannosa perchè si sviluppa subito intorno alla corona e alle radici.

Sintomi

Il marciume rosa può iniziare ad infettare e a svilupparsi quando l'umidità elevata e le temperature sono comprese tra 0 e 8° C. L'infezione, che spesso accompagna questa infezione accompagna lo scioglimento della neve, comincia formando macchie circolari di colore giallo-verde nel tappeto erboso. Queste macchie vengono presto ricoperte da un miceglio bianco, e possono variare in grandezza a partire da 5 cm fino ad arrivare a circa 25 cm di diametro. Nei tappeti erbosi molto umidi, le foglie dell'erba gradualmente marciscono insieme ed appaiono viscide o melmose al tatto. Le foglie morte nell'area infetta si scoloriscono inbiancandosi, inoltre se l'attività del parassità continua a lungo, nel margine esterno dell'area infetta rimangono più scure di colore rugginoso-roseo. Durante le giornate autunnali fresche ed asciutte, può rappresentare un particolare problema nelle nuove semine, in quanto è necessaria un irrigazione molto frequente.

Ciclo vitale

L'agente causale di questa malattia è il Microdochium nivale è capace di sopravvivere nei periodi in cui non è infettivo come micelio dormiente nelle piante ospiti vive, oppure nei resudui vegetali delle piante precedentemente colpite e poi morte. Quando la temperatura raggiunge intervalli compresi tra 0 e 8°C, ed è presente un umidità sufficiente, il marciume rosa diventa attivo. Le spore sono portate dal vento o trasportate dalla rugiada alle piante sane. Le lamine fogliari dell'erba vengono infettate e l'attività della malattia continua fino a quando le condizioni risultano favorevoli per il patogeno. Esso si estende di meno con l'allungarsi delle giornate, con l'aumento delle temperature e la presenza di venti.

Lascia un commento

© E.M.A. Garden di Marinucci Nicola, Via Moscato 2 - 86042 Campomarino (CB)
Mobile +39 338 7651333 +39 346 5819174 - Tel. e Fax +39 0875 538644
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   -  P.IVA 01438490706

Powered by ARKdeko'Mappa del sito