Font Size

Cpanel
Mercoledì, 05 Aprile 2017 08:21

La Processionaria

Rate this item
(0 Voti)

La processionaria del pino è un insetto altamente distruttivo per le piante, le priva di parte del fogliame, compromettendone così il ciclo vitale. Inoltre, durante lo stadio larvale tale insetto presenta una peluria che risulta particolarmente urticante per vari animali e provoca danni anche all'uomo.

La processionaria si presenta inizialmente come una larva da 1 cm fino a 3 cm e mezzo dotata di numerosi peli irritanti per l'uomo che usa come tecnica di difesa. I gruppi di larve di processionarie si spostano sempre in fila indiana formando una sorta di processione e si compattano quando raggiungono il loro nido bianco di seta. Il nido viene usato per rideporre le uova o viene scartato e le nuove larve saranno costrette a ricostruirlo.

Nella fase chiamata adulta diventano farfalle triangolari, sono notturne e non entrano facilmente nelle case abitate, le dimensioni posso variare, ma la misura principale delle processionarie è di 3-4 cm e la colorazione delle ali è variabile dal bianco sporco al giallo avorio chiaro con delle striature quasi invisibili di colore più scuro. Se queste farfalle si sentono minacciate possono un liquido giallastro molto irritante per poi volare via.

L'insetto sverna allo stadio di larva e quarta età all'interno dei caratteristici nidi che vengono intessuti sui rami dei pini. In primavera le larve riprendono l'alimentazione cibandosi degli aghi di pino, ma nelle stazioni più calde, quando la temperatura del nido supera i 9° C le larve escono a cibarsi anche in inverno. Quando giungono a maturità le larve abbandonano definitivamente il nido e si dirigono lungo il tronco verso il suolo in file lunghe vari metri, marciano fino a che non trovano un luogo ideale dove interrarsi fino ad auna profondità di 10-15 cm. Il luglio/agosto compaiono gli adulti femmina che depongono le uova da 100 a 280 uova che poi schiuderanno tra agosto e settembre ed iniziano immediatamente a cibarsi degli aghi, causando danni modesti.

 

Effetti della processionaria sui cani

Se un cane tocca la processionaria ve ne accorgereste presto, perché i sintomi sono piuttosto immediati, intensa salivazione a cui spesso segue il vomito, dopodiché la lingua si ingrossa notevolmente e inizia il processo di necrosi dalla parte che parte che è venuta in contatto con l'insetto. Altro sintomo è che il cane mostra sintomi di stanchezza e debolezza, rifiuta il cibo e potrebbe avere sintomi febbrili. Le conseguenze potrebbero essere fatali per l'animale, specie se il contatto è stato per molto tempo.

 

Effetti della processionaria sull'uomo

I bruchi di processionaria hanno dei peli che sono molto urticanti possono facilmente disperdersi nell'aria. Se i peli vengono in contatto possono provocare reazioni allergiche epidermiche. In caso di inalazioni causano problemi infiammatori locali.

Noi dell'E.M.A. Garden abilitati a effettuare le disinfestazioni abbiamo iniziato alcuni lavori per la lotta contro questi insetti, chi è interessato ci può contattare.


 

 

Lascia un commento

© E.M.A. Garden di Marinucci Nicola, Via Moscato 2 - 86042 Campomarino (CB)
Mobile +39 338 7651333 +39 346 5819174 - Tel. e Fax +39 0875 538644
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   -  P.IVA 01438490706

Powered by ARKdeko'Mappa del sito