Font Size

Cpanel
Martedì, 17 Dicembre 2013 08:26

La Stella di Natale

Rate this item
(0 Voti)

L'Euphorbia pulcherrima è una pianta ricercata nel periodo natalizio per i suoi bellissimi colori, come dobbiamo prenderci cura di questa bellissima pianta anche dopo le feste natalizie?

Il nome scentifico è Euphorbia pulcherrima, ma tutti la conoscono come Stella di Natale; è una pianta tropicale della famiglia delle Euphorbiacee in realtà questa pianta non sopporta il clima natalizio. Ama il caldo e non sopporta temperature inferiori ai 15°, per i suoi colori così sgargianti e sopratutto la preLsenza del rosso e del verde, la rendono il simbolo per eccellenza del Natale. In Italia viene coltivata nei climi miti della Sicilia e della Riviera Ligure.

Cura della Stella di Natale

La Stella di Natale è un piccolo arbusto dal fusto delicato alto di solito 40-50 cm, ma può raggiungere anche un metro d'altezza. Le foglie generalmente sono di colore rosse, ma esistono anche di colore bianche o rosa e vengono dette brattee. I fiori sono giallognoli e situati al centro della corona delle foglie. La fioritura avviene da dicembre a marzo ed è molto influenzata dalla luce, chi la vuole avere ben fiorita anche dopo le feste di natalizie farà bene a tener presente alcuni accorgimenti come: a partire da fine settembre e i primi di ottobre è bene tenerla in luoghi con poca luce, mentre in primaavera è bene portarla all'esterno. Non richiede particolare concimazione duarente la fioritura, mentre nel periodo vegetativo è consigliabile somministrare un fertilizzante ricco di fosforo e potassio. Ama la temperatura intorno ai 18°, non vuole i raggi del sole diretti ed è sensibile alle correnti d'aria e preferisce stare in una stanza con molta luce.

Se le foglie ingialliscono e cadono significa che soffrono di troppo calore, poca umidità e poca luce, e in questo caso è bene spruzzare le foglie e posizionare meglio il vaso. Anche le foglie secche sono dovute a troppo calore, conviene allontanarla dai termosifoni, e se si piegano può dipendere dalle correnti d'aria. Nel caso sulle foglie appaiono delle macchie grigie non c'è niente da fare, sono state attaccate dal fungo, conviene gettare pianta e terriccio, invece se sono appiccicose la causa sono gli afidi e bisogna ricorrere agli insetticidi.

Bisogna innaffiarla poco e aspettare che il terreno si asciughi prima di innaffiarla nuovamente. E' ideale potarla in primavera all'aperto tagliando i rami principali a 3 cm per due terzi, riducendo leggermente le radici e verso la fine di aprile dovrebbe essere rinvasata nello stesso vaso. Non bisogna potarla dopo il mese di agosto

 

Lascia un commento

© E.M.A. Garden di Marinucci Nicola, Via Moscato 2 - 86042 Campomarino (CB)
Mobile +39 338 7651333 +39 346 5819174 - Tel. e Fax +39 0875 538644
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   -  P.IVA 01438490706

Powered by ARKdeko'Mappa del sito