Font Size

Cpanel
Lunedì, 15 Ottobre 2012 16:19

Il Rododendro

Rate this item
(0 Voti)

Il Rododendro è una pianta bellissima, decorativa da giardino o da vaso. Vogliamo fornirvi alcuni consigli su come curarla. Per saperne di più leggete il nostro articolo.

 Il nome scientifico Rhododendron deriva dai vocaboli greci "rodon=rosa" e "demdron=albero" e significa "albero delle rose".

Le foglie delle specie alpine contengono sostanze molto efficaci contro i disturbi renali e i reumatismi, mentre pare che il miele ricavato dai fiori del Rhododendron Ponticum può essere se non tossico abbastanza nocivo. Il grado di pericolosità di questo miele si attenua e scompare dopo due o tre mesi dalla raccolta.

Le foglie possono essere sempreverdi o caduche, lanceolate oppure ovali, più o meno allungate o arrotondate, coriacee e spesso lucenti, con margini lisci o dentati, talvolta pelosa sulla parte inferiore della foglia. I fiori quasi sempre riuniti a mazzo hanno una forma campanulata, più o meno aperta, con petali spesso ondulati; le corolle sono caratterizzate da un delicato profumo, mostrano al centro un ricco mazzetto di stami che supera in lunghezza quello dei petali; il colore varia dal bianco all'arancio sino al rosso, dal celeste al lilla, dal viola al porpora. La fioritura può avvenire da gennaio a dicembre. Si può utilizzare come pianta decorativa da giardino o da vaso.

L'esposizione deve essere a mezz'ombra, in clima ricco di piogge estive. Il terreno deve essere senz'altro acido. Se la coltura avviene in vaso non si presentano complecazioni al problema, ma volendo coltivare i rododendri in piena terra e se il terreno circostante è ricco di calcare, non rimane che scavare grandi buche, di circa 1m di lato e di profondità, foderarle scrupolosamente con mattoni o con cemento e quindi utilizzare questa specie di cassoni per la coltura dei rododendri. Il drenaggio dei vasi o delle buche deve essere curato al massimo perchè i rododendri amano l'umidità, purchè non abbia carattere stagnante. Le annaffiature devono essere praticate ogni settimana per gli esemplari coltivati in piena terra e due volte alla settimana per quelli coltivati in vaso; queste piante desiderano il terriccio costantemente fresco e umido, e se non hanno acqua sufficiente reagiscono perdendo le foglie, questo danno è irreparabile e si conclude con la morte della pianta. Il clima che preferisce p quello fresco, quindi le zone alpine e subalpine, molto ventilate e dove possa giungere una ricca dose di umidità atmosferica sospinta dal vento verso le coste, l'umidità è essenziale per garantire la normale vegetazione. L'ombra è la condizione ideale per avere una bella fioritura, tuttavia è possibile ottenere buoni risultati anche a mezz'ombra e persino in pieno sole se l'atmosfera è molto umida e l'aria è fresca anche durante l'estate. Le potature non sono necessarie, basta eliminare i fiori non appena appassiscono per evitare la formazione dei semi, cosa che provocherebbe l'indebolimento della pianta senza alcun vantaggio.

 

Lascia un commento

© E.M.A. Garden di Marinucci Nicola, Via Moscato 2 - 86042 Campomarino (CB)
Mobile +39 338 7651333 +39 346 5819174 - Tel. e Fax +39 0875 538644
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   -  P.IVA 01438490706

Powered by ARKdeko'Mappa del sito